Al Mart, l'arte americana

Al Mart, la pittura americana

Dal 5 giugno al 26 settembre il Mart di Rovereto apre le porte alla mostra “Arte americana 1850-1960”, attraverso la collaborazione con la Philips Collection di Washington, con la quale si era già allestita la mostra "Da Goya a Manet, da Van Gogh a Picasso. Moltissimi gli artisti che, nell'arte americana di quegli anni, hanno rivestito un ruolo di primaria importanza.

Si va da Edward Hopper ad Arthur Dove, da Adolph Gottlieb a Philip Guston, da Jackson Pollock a Clyfford Still, fino a Mark Rothko. Una panoramica di pittori che, più di tutti, hanno contribuito a creare uno stile espressivo tipicamente americano. La mostra, infatti, può essere letta come un percorso di comparazione con l'arte nostrana.

Sembra tanto lontana dalla nostra tradizione l'action painting, lo stile espressivo di Hopper e l'espressionismo astratto. La mostra può rivestire infatti anche un interesse di tipo storico-sociologico: è l'occasione per effettuare un confronto tra una nazione, gli Stati Uniti d'America, diventata nazione molto prima dell'Italia e un Paese, il nostro, che nel periodo considerato ha lottato per la propria indipendenza e ha subito più direttamente i grandi conflitti del Novecento.

Al Mart, la pittura americana

Al Mart, la pittura americana Al Mart, la pittura americana Al Mart, la pittura americana

Al Mart, la pittura americana Al Mart, la pittura americana Al Mart, la pittura americana

  • shares
  • Mail