Ospiti indesiderati alle case museo di Milano

Ospiti indesiderati alle case museo di Milano

"Ospiti indesiderati" è una mostra molto particolare: fino al 2 maggio le case museo di Milano (Poldi Pezzoli, Villa Necchi Campiglio, Casa Boschi, Museo Bagatti Valsecchi) apriranno le nuove sale a pezzi di design. Le antiche sale di questi palazzi, ornati di quadri di Fontana e di opere di Botticelli (solo per citare due nomi), ospiteranno opere di Gaetano Pesce, Ron Arad, Ettore Sottsass, Philippe Starck.

E mi sembra un'operazione tanto spericolata quanto interessante. L'idea di unire al "classico" il contemporaneo non può che stimolare l'attenzione di chi, per un motivo o per l'altro, mostra interesse verso l'arte. Ed è un'operazione che apprezzo anche perché le case museo sono un patrimonio fantastico di Milano (e non solo) molto spesso dimenticato.

Qualsiasi iniziativa che contribuisca a portare persone nelle case museo non può che avere il mio appoggio. Già da qualche anno il museo Poldi Pezzoli (tra le case museo di Milano è sicuramente quella più nota) ha istituito un aperitivo d'arte (ve ne abbiamo parlato qui); ora un'altra iniziativa cerca di rendere conosciuti questi grandi luoghi d'interesse artistico.

Ospiti indesiderati alle case museo di Milano

Ospiti indesiderati alle case museo di Milano Ospiti indesiderati alle case museo di Milano Ospiti indesiderati alle case museo di Milano

Ospiti indesiderati alle case museo di Milano Ospiti indesiderati alle case museo di Milano Ospiti indesiderati alle case museo di Milano

  • shares
  • Mail