White Milano 2013: Reality Fluids al Nohw

Milano pulsa in questi giorni più che mai a suon di moda e design con il via ufficiale della Settimana della Moda Donna 2013. Da non perdere però c'è anche l'annuale appuntamento con il White Milano in via Tortona, e se siete nei paraggi, la mostra Reality Fluids al Nohw Hotel.

Il cuore di Milano è più pulsante che mai a partire da stasera. Protagonista è la moda a trecentosessanta gradi, si inizia con l'appuntamento con la Vogue Fashion's Night Out 2013 di stasera e poi l'opening ufficiale della Milano Moda Donna 2013, con le collezioni degli stilisti più noti in passerella. Ma c'è anche un altro evento collaterale molto interessante, spesso anche molto più interessante per show e innovazione di quello che si vede dei luoghi canonici della moda: è il White Milano 2013.

Il White Milano Show ovvero il Salone della moda contemporanea da un po' di anni va in scena proprio in concomitanza con le infuocate giornate della Fashion Week meneghina. Il meeting è in Via Tortona, dove sotto i riflettori non c'è solo moda, ma anche arte, design, giovani talenti e innovazione.

Se siete in questi giorni proprio nell'affollata Milano per lavoro, vi consiglio una visita alle sale del Salone. Ma soprattutto, se siete nei paraggi non perdetevi un attimo di piacere e relax artistico con la mostra Reality Fluids. O un soggiorno in un hotel peculiare dove tutto è plasmato a partire dalla più innovativa arte contemporanea: il Nohw hotel. Uno spazio d'avanguardia proprio in via Tortona che oltre ad essere una struttura alberghiera organizza puntualmente allestimenti d'arte temporanei di grande effetto, sospesi tra Oriente e Occidente.

Quest'esposizione in particolare Reality Fluids, per esempio, mostra di scena nelle date calde del White Milano 2013 e della Settimana della Moda di settembre, si compone di una vasta selezione di opere di 14 designer e 14 artisti.

Fluidità, trasformazione, impermanenza. Foto, dipinti, sculture e oggetti dei 28 artisti e designer, interpretano il movimento costante dei flussi e delle direzioni, la modificazione incessante della realtà e la possibilità di scoprire una realtà diversa. Da Karim Rashid a Duilio Forte, da Nicole Tomazi ai Rooms ai DryDesign nel design, indagare le diverse sfaccettature del reale e i suoi vari livelli, e lo smascherare le apparenze, si uniscono alla sempre più sentita attenzione all’ambiente portando concretamente a trovare una nuova vita per materiali nati con altri scopi. Il concetto di fluidità è esplorato anche in termini di funzionalità e adattabilità degli oggetti di cui ci circondiamo alle esigenze in continuo movimento delle nostre vite.

Foto | Nohw Milano Facebook

  • shares
  • Mail