'Horror Vacui - Occupare il presente' all'Isola di Milano


Dopo un periodo di relativa calma torna in attività l'Isola Art Center a Milano con il progetto Horror Vacui a cura di Valerio Del Baglivo e Aria Spinelli. Curatori, artisti e cittadini del quartiere si troveranno per discutere, confrontarsi e tentare di offrire un'alternativa alla devastante speculazione edilizia che, a partire da quest'anno e fino almeno al 2015, interesserà sempre più l'intera zona.

Horror Vacui - Occupare il presente
, comincia oggi martedì 27 aprile e si protrae fino al 29 giugno 2010 con la mostra che coinvolge Fabrizio Bellomo, Valentina Maggi, Maria Pecchioli, Mirko Smerdel. Le location sono la Libreria Puerto de Libros (via Pollaiuolo 5) e il Tantrika Shop (via Pollaiolo 2).

La speculazione edilizia non risponde a nessun ragionato disegno di progettazione urbana, semmai a un impulsivo sentimento di orrore del vuoto, per cui ogni spazio libero è destinato ad essere riempito. Ma un altro genere di vuoto, sociale, culturale e comunitario, si insinua negli animi degli abitanti.Ecco quindi che nasce “una piattaforma temporanea di creazione, discussione e confronto", a cui parteciperanno anche il filosofo Gerald Raunig, Venezia Sottobosco, il collettivo Bouganville, il turco Köken Ergun e molti altri.

Horror Vacui
Horror Vacui
Horror Vacui
Horror Vacui

Alla fine del percorso, gli abitanti effettueranno una passeggiata condivisa, in compagnia di tutti gli artisti che nel corso degli anni hanno collaborato con l'Isola Art Center. Total Recall inviterà tutti a trovare un nuovo nome per i luoghi maggiormente colpiti dai processi di gentrificazione.

  • shares
  • Mail