Museo di Capodimonte, un mese di visite flash e gratuite

Scoprire e riscoprire il Museo di Capodimonte, grazie ad un'iniziativa effimera della Soprintendenza.



Ce li abbiamo un po' tutti cinquanta minuti da dedicare alla cultura. E se anche fosse difficile trovarli il modo nel quale dal Museo di Capodimonte propongono di occuparli, vale largamente la fatica di trovarli. Il format è semplice, ed estremamente adatto alla rapidità del tran-tran quotidiano, anche se non darà effetti propriamente associabili alle dissolvenze della foto. Poco meno di un'ora per approfittare di un ciclo mensile di visite gratuite, iniziato il 14 settembre scorso per terminare il 14 ottobre 2013 tutti i giorni nella fascia oraria mattutina 10.30-12.30 e pomeridiana 15.30-17.30.
Occasioni di scoperta che invitano ad arrampicarsi nello scrigno ubicato al numero 1 di Via Miano per approfittare anche del bel bosco che caratterizza la Reggia di Capodimonte, senza dimenticare l'altra grande attrazione dei luoghi: le Gallerie nazionali di Capodimonte, site in quella che era la casa reale dei Borbone di Napoli e che ospitano uno dei più importanti insiemi artistici d'Italia, composto dalla collezione Farnese con eccezionali testimonianze di grandi maestri italiani dal rinascimento al barocco; dalla collezione Borgia, dalla raccolta della storia della pittura napoletana della galleria napoletana (al secondo piano) e della galleria ottocento (al terzo piano) e capolavori di Botticelli, Pieter Bruegel il Vecchio, i Carracci, Correggio, El Greco, Francisco Goya, Francesco Hayez, Lorenzo Lotto, Mantegna, Masaccio, Parmigianino, Raffaello, Guido Reni, Tiziano, ma anche (caso più unico che raro per un museo d'arte antica nel nostro paese) anche una sezione di arte contemporanea.

Ai partecipanti è riservato anche uno sconto consumazione per trattenersi presso la Caffetteria del Museo e prolungare tra chiacchiere, commenti ed impressioni, un'esperienza artistica da non perdere. Perché vivere poco lontano da grandi capolavori e non approfittarne è davvero un peccato.

Foto by MARIO LAPORTA/AFP/Getty Images. Tutti i diritti riservati.

Via | polomusealenapoli.beniculturali.it/mostre.asp

  • shares
  • Mail