Al Museo d'Orsay di Parigi tra le suggestioni maschili nell'arte degli ultimi due secoli

Figure e silhouette maschili per l'attuale mostra del Museo d'Orsay.

"Masculin/Masculin", corpi maschili nell'arte dal 1800 ai nostri giorni, il tema della mostra che occuperà gli ultimi mesi del 2013, per chiudere il 2 gennaio 2014. Interpretazioni artistiche di grande importanza, quasi cadute nell'oblio dopo l'importanza ricoperta precedentemente, soprattutto in materia di statuaria, che colmano un vuoto, quello della nudità maschile, quasi un tabù fino alle due grandi mostre allestite dal Leopold Museum di Vienna e dal Museo d’arte Lentos di Linz, nell'autunno scorso. Esposizioni che hanno dato una bella spinta alla riflessione su uno dei soggetti più trascurati a favore della rappresentazione femminile, accendendo una miccia che è sfociata nel percorso parigino realizzato da cinque curatori dai diversi percorsi e nazionalità: tra i membri interni Guy Cogeval, presidente del musées d’Orsay e dell’Orangerie, Ophélie Ferlier conservatore specializzato in scultura della e Xavier Rey lato pittura, della medesima istituzione, e gli sguardi in décalage di Ulrich Pohlmann, direttore della collezione fotografica dello Stadtmuseum di Monaco e Tobias G. Natter, direttore del sopracitato Leopold Museum di Vienna.
Più di duecento tra dipinti, sculture e fotografie, appartenenti ad un intervallo temporale incentrato sugli ultimi due secoli, che ritrova i fondamentali della formazione accademica classica rivisti con un occhio particolarmente moderno:

Appoggiandosi sulla ricchezza dei suoi fondi interni (comprese alcune sculture sconosciute) e delle collezioni pubbliche francesi, il Museo d'Orsay ha con l'esposizione Masculin/Masculin, l'ambizione di approfondire, in una logica che è nel medesimo tempo logica, interpretativa, sociologica e filosofica, tutte le dimensioni e i significati della nudità maschile nell'arte.

Per farsi un'idea sono disponibili anche due estratti dell'audio-guida al link.

Nell'immagine Pierre e Gilles (nati rispettivamente nel 1950 e nel 1953) Mercure2001 (modello: Enzo Junior) Fotografia dipinta, pezzo unico, altezza 117,3; larghezza 87 cm. Collection particulière© Pierre et Gilles. Courtesy Galerie Jérôme de Noirmont, Paris e Jean-Baptiste Frédéric Desmarais, Il pastore, Paris, 1787, Ottawa, musée des beaux-arts du Canada, Photo ©MBA.

Via | musee-orsay.fr

  • shares
  • Mail