Do It Your Trash. A Firenze una tre giorni fra arte e riuso

Da oggi 14 maggio fino a domenica 16 maggio, il Next Emerson di Firenze ospita "Do It Your Trash", una tre giorni dedicata alla cultura del riciclaggio con workshop, incontri e presentazioni. Sottotitolo: We will survive?", domanda pertinente per un futuro neanche troppo lontano.

Do It Your Trash richiama da subito una filosofia precisa, quella del Do It Yourself, trasposta su tematiche ecologiche e di riuso. Arrivato alla seconda edizione, l'evento propone un programma ricco dove alla panoramica sulle lotte ambientaliste si alternano serate musicali come quella di apertura del "Concerto Riciclato Musicale"; performance come il Teatrino Elettrico; workshop dedicati al riciclaggio di hardware, alla costruzione di bar, arredo giardino con gomme e copertoni mobili di cartone a cura di Ecofficine; o ancora la borsa a km "0" della stilista Serpica Naro. Una spazio espositivo aperto sarà inoltre dedicato agli artisti del riuso in una "Mostra Nucleare" a cura di Contro il Nucleare. Fra le attività, rilevante il bando di concorso per Giovani Inventori, che invita a cimentarsi in opere costruite con materiali di recupero: la premiazione avverrà domenica 16 maggio. Ricordo infine fra le presenze il Pre-hackmeeting "aspettando Hackit 2010", incontro di preparazione in vista di HackMeeting 2010 che si svolgerà a Roma nella prima settimana di luglio.

In sintesi, un evento da non perdere completamente gratuito e aperto al pubblico dove apprendere, incontrare, riflettere, attivarsi. Ma soprattutto coltivare e interrogarsi sul proprio senso di essere-nel-mondo. E riappropriarsene.

  • shares
  • Mail