Parliamos Itagnolo: l'azione e la mostra


Qualche giorno fa ho ripreso l'iniziativa Parliamos Itagnolo di Nilo Casares alla Reale Accademia di Spagna.

Non so se qualche lettore ci è passato, ma venerdì scorso davanti alla Fontana di Trevi è effettivamente arrivato un microfono gonfiabile di 7 metri trasportato da un gruppo di persone in tuta arancione da lavoro, con la bocca chiusa da nastro isolante nero e grandi orecchie in plastica. La performance "Sonosfera di Roma" degli Escoitar.org ha così sovvertito la tradizionale gerarchia tra occhio e orecchio: durante il tragitto hanno registrato suoni, voci, rumori, traffico, lo scrosciare della Fontana per disegnare il paesaggio sonoro della capitale. A questo link un servizio fotografico di Repubblica.

Non sono riuscita a vedere la performance, ma in compenso sono passata a visitare l'esposizione italo-iberica nella splendida cornice dell'Accademia, che ospita per chi non lo sapesse il Tempio del Bramante.

Sono riuscita a immortalare però solo l'ingresso della mostra: la mia fedele macchina fotografica mi ha abbandonato dopo pochi minuti. Eccovi così l'istallazione di Luigi Pagliarini: un robot suicida che mi ha subito riportato alla mente Marvin, il robot super-intelligente (e costantemente depresso) della celebre "The Hitchhiker's Guide to the Galaxy" (Guida intergalattica per autostoppisti) di Douglas Adams

mostra



  • shares
  • Mail