Una retrospettiva su Henri Rousseau al Guggenheim di Bilbao

Henri Rousseau

A cent'anni dalla morte dell'artista francese Henri Rousseau (1844-1910), il Guggenheim Museum di Bilbao fino al 12 settembre gli dedica una retrospettiva con una trentina dei maggiori capolavori. Pioniere del modernismo, Rousseau viene ricordato per le sue vedute della giungla, i suoi ritratti allegorici e quelle straordinarie invenzioni di colore e luce che hanno dato vita ad uno stile fortemente riconoscibile, una visione unica.

Autodidatta, Rousseaue combinava temi tra loro molto diversi, l'urbanità e il mondo naturale, fusi in una nuova concezione visiva, nel solco ed al di là della tradizione accademica, prendendo spunto dalle arti grafiche, da cartoline, fotografie e riviste popolari.

Una tecnica che ha ridefinito lo spazio pittorico, portando elementi pittorici primUna struttura pittorica solida, che da alcuni è stata definita collage dipinto. D'atronde furono proprio i giovani Pablo Picasso e Fernand Léger ad innamorarsi della sua tecnica e a trarre ispirazione dal suo lavoro.

Spingendosi oltre, la mostra documenta l'interesse di Rousseau nel campo della fotografia, per reperire materiale originale da cui far derivare alcune delle sue composizioni. Pur pagando dazio al realismo fotografico, Rousseau si è sempre sforzato di mantenere il mondo rappresentato ad una certa distanza.

Henri Rousseau
Henri Rousseau
Henri Rousseau
Henri Rousseau
Henri Rousseau

  • shares
  • Mail