Sempre un inizio, Villa Romana a Firenze – 105 anni di residenze per artisti

Quella di Villa Romana a Firenze è forse la più antica residenza per artisti ancora in funzione in Italia. Era il 1905 quando Max Klinger, pittore simbolista tedesco che ebbe contatti con molti dei grandi artisti dell'epoca (De Chirico fra tutti), comprò la villa in stile neoclassico sita in via Senese.

L'idea era quella di dare vita ad una Casa per gli Artisti, che ospitasse a proprie spese per alcuni periodi di ricerca e produzione, gruppi di artisti provenienti dal panorama culturale europeo e non. Oggi questa tradizione continua, ogni anno quattro giovani che partecipano al bando di selezione risiedono alcuni mesi a Firenze, aprendo il loro studio a Villa Romana alle visite.

Così il Camec di La Spezia, che da Firenze non dista poi molto, ha deciso di celebrare con una mostra gli artisti in residenza negli anni a Villa Romana. Horst Antes, Georg Baselitz, Arnold Boecklin, Sebastian Dacey, Dani Gal, Gotthard Graubner, Georg Greve-Lindau, Friedemann Hahn, Anna Heidenhain, Peter Herrmann, Max Klinger, Maik e Dirk Löbbert, Anna Möller, Max Neumann, Anna Oppermann, A.R. Penck, Karl Georg Pfahler, Martin Pfeifle, Michail Pirgelis, Hans Purrmann, Rudolf Riester, Karin Sander, Asli Sungu, Walter Stöhrer, Artur Stoll, Norbert Tadeusz, André Thomkins, Kurt Tuch, Amelie von Wulffen.

Sempre un inizio
, Villa Romana a Firenze – 105 anni di residenze per artisti inaugura giovedì 27 maggio alle ore 18 al Camec alla presenza della Direttrice di Villa Romana Angelika Stepken. Sarà visitabile fino al 5 settembre 2010.

  • shares
  • Mail