Il murales di Sonda a Viareggio

Fresco di pubblicazione, in anteprima per i lettori di Artsblog, il video documentario realizzato da Studio Sumatra che ripercorre l'intervento di pittura murale di Cristian Sonda a Viareggio all'interno della rassegna Slam!, ideata, guarda un po', dal sottoscritto, Lorenzo Mazza aka nabis, ovvero uno degli autori di Artsblog.

Sonda si è messo alla prova con un muro di dimensioni mastodontiche, quasi 80 metri la larghezza totale del pezzo, realizzato in bianco e nero e scala di grigi in tecnica mista rullo, pennello, spray. Un tempo di realizzazione veramente da record, poco meno di 3 giorni di lavoro, grazie anche alla particolare tecnica di pittura performativa concepita dall'artista, che segue anzitutto gli equilibri tra punti, curve e linee di forza.

Nel video l'artista si racconta e parla delle motivazioni che l'hanno spinto a lanciarsi in questa avventura. Sono stati giorni di intenso scambio con gli abitanti del quartiere, che, nella buona tradizione della toscanità, non risparmiavano battute, consigli, critiche all'artista. Ne è venuto fuori un vero 'work in progress', dove i personaggi a fianco degli alberi sono spuntati magicamente dal grigio del cemento. Così, il dibattito che l'artista cerca di stimolare, riguarda la responsabilità individuale nei confronti del patrimonio naturale. Ciascuno dei personaggi di questo bosco immaginario evoca ed alimenta un legame, un sentimento che unisce, volente o nolente, l'essere umano agli alberi.

Per chi desidera vedere da vicino il pezzo, seppur in maniera virtuale, ecco il link di Panoramio, da cui potete vedere e scaricarvi una foto composta di tutta l'opera in altissima definizione e vedere la geolocalizzazione dell'opera.

  • shares
  • Mail