L'Aquila: la chiesa di tessuto di Nothing Studio, per ricordare le 307 vittime del sisma

Chiesa della Resurrezione di Nothing Studio

Come dimostra il week-end romano appena passato, l'architettura può far parlare molto. Soprattutto se associata a fatti artistici e ad archistar (vedi MAXXI e Macro ). E speriamo anche quando legata a fatti commemorativi.

La Chiesa della Resurrezione, che forse diventerà più nota come chiesa del tessuto, rientra in questa seconda categoria. Progettata da Enzo Eusebi di Nothing Studio, è stata presentata il 6 aprile, ad un anno esatto dal sisma in Abruzzo. Dovrebbe vedere la luce alla fine del 2010 a L'Aquila, come ricordo delle 307 vittime del terremoto. E tante sono anche le sedute pensate per l'interno della chiesa.

Un insieme di cose rendono particolare il progetto. La forma a tenda, che si ispira allo stato di emergenza affrontato dal paese, e l'uso dei materiali ad impatto zero (legno e una membrana tralucente in fiberglass), con un basso impatto tecnologico di costruzione.

Molti di voi avranno già letto del progetto, di cui si è parlato qualche settimana fa, ma io l'avevo perso, e ho colmato il vuoto.

Via | archiportale

Chiesa della Resurrezione di Nothing Studio
Chiesa della Resurrezione di Nothing Studio
Chiesa della Resurrezione di Nothing Studio
Chiesa della Resurrezione di Nothing Studio
Chiesa della Resurrezione di Nothing Studio

  • shares
  • Mail