La cultura post-industriale nelle sculture di littlewhitehead

Spam - 2010 - littlewhitehead

Arrivano da Glasgow e prendono ispirazione dalla classe operaia e dalla cultura post-industriale. Littlewhitehead sorprendono con le loro sculture-installazioni che incutono curiosità e timore. Un umorismo cupo che esplora la violenza delle metropoli, dove si aggirano gang di teppistelli con felpe e cappucci dietro cui nascondono la loro identità (esempio It Happened In The Corner...).

Craig Little e Blake Whitehead sono attivi da poco, ma abbastanza per essere inclusi in poche esibizioni importanti come artisti emergenti. Ci trovo molti riferimenti all'arte urbana (versione 3d) e all'umorismo di Banksy, quando fanno un certo tipo di interventi. Si ispirano anche a immagini fotografiche, sia artistiche che di cronaca (se Spam - cover del post - risulta familiare è perché è la versione installazione della fotografia di Alex Brown). Una cosa che appartiene all'arte, dove è il contesto a fare la differenza. I titoli delle opere, aiutano ad interpretare i lavori.

Lavori di littlewhitehead
The Philantropist - 2010 - littlewhitehead
Any last Thoughts? - 2010 - littlewhitehead
So this is romance - 2009 - littlewhitehead
It all depends upon one's as a child fantasies - 2008 -littlewhitehead

I think being mediocre at everything is quite good - 2007 - littlewhitehead
She did look quite young - 2007 -littlewhitehead
Goodnight Thomas - 2007 - littlewhitehead
We think they must have souls - 2007 -littlewhitehead
Nine days, seventeen hours, thirtytwo mins, six seconds seconds - 2009 - littlewhitehead

  • shares
  • Mail