'Die Dada Die'. I fratelli Chapman al Cabaret Voltaire


Per la loro prima personale in terra di Svizzera gli artisti inglesi Jake e Dinos Chapman hanno scelto il mitico Cabaret Voltaire, in Spiegelgasse a Zurigo. Die Dada Die inaugura il rossimo giovedì 10 giugno in collaborazione con Triumph Gallery (Mosca) e RS & A Ltd (Londra).

I Chapman Brothers, ormai ex giovani artisti lanciati nei primi anni novanta da Charles Saatchi, con questa operazione vogliono “assumere sulla loro testa” l'eredità Dada e quale posto migliore per farlo che il celebre Cabaret Voltaire, fondato da gente come Hugo Ball e Tristan Tzara?

I due presenteranno una rivisitazione parassitica di Breughel il Giovane, prendendo uno dei dipinti del maestro, una scena della crocifissione Breughel completata nel 1506, e rendendo il proprio contributo unico direttamente sulla superficie del vecchio maestro. Oltre a questo atto di sacrilegio artistico i fratelli affronteranno anche la de-Dadaizzazione di Dada in una serie di collage.

Ma nel decostruire l'idea di Dada, dopo una ricerca negli archivi Dada del Kunsthaus di Zurigo, i fratellini dell'arte concettuale sono giunti alla conclusione che questo movimento non potrà mai essere ricondotto ad un'unica matrice. L'unica cosa che si può fare oggi è far capire come tutti gli elementi contenuti in un Dada ideale dovrebbe essere ricomposti.

  • shares
  • Mail