La Summer Exhibition della Royal Academy

Ruth Dupre

Non ero mai stata alla Summer Exhibition che ogni anno si tiene alla Royal Academy di Londra, tra giugno e agosto.

Un'istituzione per gli inglesi, che si ripete ormai da 242 anni (!) con successo, e che vista l'attenzione alle tradizioni di questo paese, potrebbe andare avanti per altre centinaia di anni.

E' una strana combinazione di opere d'arte, che include generi diversi (fotografia, pittura e scultura principalmente, pochi video), e nomi diversi (Tracey Emin, David Hockney, Yinka Shonibare, e artisti molto, ma molto meno noti), aperta al pubblico, dove quasi tutto quello che è in mostra è in vendita. Ogni artista può partecipare, inviando una propria opera. La selezione è chiaramente dura, visto che quest'anno delle oltre 11 mila richieste di partecipazione, ne sono state selezionate 1267.

Summer Exhibition Royal Academy 2010
Yinka Shonibare
David Mach - Photo: John Bodkin/DawkinsColour
Sculture nel cortile della Royal Academy tributo a Barry Flanangan
Sculture nel cortile della Royal Academy tributo a Barry Flanangan

Non posso dire che sia bella, perché c'è talmente tanta roba, e l'allestimento sembra seguire più un percorso di genere che di concetto, che tramortisce. Ma è un'iniziativa che alla fine piace e fa bene tanto a chi vende, gli artisti, quanto a chi compra, i visitatori/collezionisti. E la gamma dei prezzi è così ampia che quasi tutti possono avvicinarsi alle opere.

Il titolo scelto per l'esposizione 2010 è Raw, crudo, grezzo. Mi è rimasto impresso il gorilla fatto con stampelle di metallo di David Mach. Impressionante. Come tutto il resto si può vedere fino al 22 agosto.

Sculture nel cortile della Royal Academy tributo a Barry Flanangan
Sculture nel cortile della Royal Academy tributo a Barry Flanangan
Sculture nel cortile della Royal Academy tributo a Barry Flanangan

  • shares
  • Mail