'Aspettando invano', Banksy è di nuovo in strada!

Mentre Banksy torna a farsi vedere oggi con uno stencil, vediamo che fine ha fatto a Grande Sfinge di Banksy, “una replica in scala 1/36 della grande Sfinge di Giza costruita con blocchi di cemento rotti".

Waiting in vain... at the door of the club. Un uomo aspetta invano fuori dalla porta di un locale con in mano un mazzo di rossi fiori che perdono i petali. Con quest'ultimo pezzo, realizzato nella zona di Hell's Kitchen, Banksy riprende il cammino della sua residenza artistica per le strade di New York – Better Out Than In. Un cammino tormentato da probabili fermi ed arresti della polizia (quante multe avrà pagato Banksy ad oggi?) di cui si hanno avuto soltanto notizie frammentarie. Un cammino che riparte da uno stencil realizzato nottetempo su un edificio privato, la serranda esterna del locale The Hustler Club in zona Hell's Kitchen e davvero ben realizzato. Waiting in Vain, raffigura un uomo elegante e triste, che aspetta chi non arriverà mai.


Nel frattempo si fa ancora un gran parlare de la Grande Sfinge, la scultura realizzata con mattoni e calcinacci da Banksy ed apparsa martedì scorso di prima mattina nella zona industriale di Willetts Point nel Queens, circondata da una grande pozzanghera di acqua sporca. A metà strada tra realtà e fake, la statua sarebbe stata portata in loco "da due hipsters", almeno secondo il racconto dell'uomo che sostiene di averla scoperta per primo. Lo stesso abitante del Queens che avrebbe prontamente rivendicato la sua proprietà sul pezzo e proceduto a venderne frammenti a 100 dollari l'uno.
Stando al New York Post però le cose sarebbero andate diversamente. Un gallerista avrebbe pagato il titolare di un vicino negozio di vetri per auto, Bernardo Veles, per mettere su un team e smantellare la scultura e caricarla su un camion per portarla via (qui le foto via The Observer).
Nel frattempo poi è intervenuta anche una donna di nome Jennifer Hunt che, opponendosi alla vendita della scultura, starebbe cercando di farla arrivare nelle mani di Sotheby's.
Comunque stiano le cose, Banksy dà lavoro a tutti! Pur trattandosi di un'opera d'arte molto quotata, essendo anonima e non protetta, quando spunta nel mezzo dello spazio pubblico, diviene proprietà della gente.

  • shares
  • Mail