I disastri naif di Carrie Marill

Carrie Marill: disastri naif

A metà tra il libro illustrato per l'infanzia e le allegorie macabre e colletive di Pieter Bruegel si collocano i disegni di Carrie Marill che vi propongo in questo articolo. Disegni naif ispirati a livello grafico nelle parole dell'artista ai disegni che si ritrovano sui libri delle elementari, per intenderci quelli che ci spiegavano come - per fare un esempio - funzionavano i villaggi medioevali o le polis greche.

L'idea infatti è proprio quella di utilizzare un approccio quasi didattico e un punto di vista il più possibile panoramico, quindi naif e, se vogliamo, anche un po' kitsch per raccontare qualcosa che naif non lo è affatto: i problemi del pianeta dai disastri ecologici passando per l'inquinamento, lo sfruttamento ambientale o il ciclo delle merci e dell'alienazione che comportano (v. le figure umane che scompaiono).

Marill offrendo così una prospettiva straniante sugli stessi ed in netta contrapposizione con il linguaggio non solo artistico ma anche grafico della contemporaneità, come un tuffo in una infanzia distopica. Qui il resto della serie che si intitola Visual Aides.

© Carrie Marril 2009

Carrie Marill: disastri naif
Carrie Marill: disastri naif

  • shares
  • Mail