Da Degas a Picasso, in Val d'Aosta

Ha un nome francese, Etroubles, ma si trova in Italia, in provincia di Aosta. Per tutta l'estate, fino al 12 settembre, ospiterà una eccezionale mostra dedicata alla scultura moderna e contemporanea. Da Degas a Picasso, a cura di Alessandro Parrella, presenta 40 opere di alcuni dei più grandi artisti che hanno lavorao nel campo della scultura.

La mostra, presso il Centro Espositivo in Rue des Vergers, è nata in collaborazione con la Fondation Pierre Gianadda di Martigny, in Svizzera. Immagine simbolo dell'allestimento l'Arlequin. Tete de Fou di Pablo Picasso, realizzato nel 1905 e stimato intorno ai 600.000 euro. L'idea per questa scultura arrivò quando il giovane pittore catalano era stato a vedere il Circo Medrano con Max Jacob e al ritorno aveva modellato una testa in gesso del'amico. Lavorando freneticamente i giorni successivi, l'artista aveva aggiunto iun copricapo e le campane da giullare, trasformando il suo amico in un saltimbanco.

A Etroubles ci saranno anche César, Chagall, Chillida, Christo, Daumier, Degas, Dubuffet, Erni, Favre, Alberto e Diego Giacometti, Graetz, Lobo, Maillol, Penalba, Poncet, Raboud, Szafran... un'occasione imperdibile per vedere tutti insieme alcuni pezzi che hanno fatto la storia mondiale delle arti plastiche.

  • shares
  • Mail