Rispetta la montagna - Hamish Fulton a Courmayer


Proprio ieri parlavamo dell'influenza che John Cage ha avuto su altre personalità artistiche. Cage componeva, suonava, performava, Hamish Fulton invece cammina, percorre, attraversa. A volte lo fa lasciando segni, a volte solo per andare, rivendicare l'essenzialità del gesto umano.

Il 3 luglio 2010 (h 18) Fulton sarà al Museo Transfrontaliero del Monte Bianco di Courmayer per inaugurare Rispetta la montagna e Cristalli del Monte Bianco, allestimento curato da Glorianda Cipolla.

La scorsa estate l'artista camminatore aveva scalato il Monte Bianco. Camminando Fulton attraversa presente, passato e futuro, attraversa culture e cerca di comunicare esperienze non contingenti, ma universali. A lui non interessa una ricerca sullo stile e neppure sulla novità, ma comunica attraverso la parola e l’immagine.

“Un’opera d’arte si può comprare, ma una camminata non si può vendere [...] camminare è la costante, il mezzo artistico è la variabile”
dice Fulton “No walk, no work”.

In mostra ci saranno così dei testi a parete, una fotografia in copia unica che proviene dalla cima del Monte Bianco, alcune sculture e una quindicina di immagini fotografiche e ad acrilico, che ripercorrono altre camminate lungo i cinque continenti. Insieme alle 'esperienze' di Fulton sarà possibile ammirare una selezione di cristalli del Monte Bianco provenienti dalla collezione Eric Asselborn.Rispetta la montagna - Hamish Fulton a Courmayer
Rispetta la montagna - Hamish Fulton a Courmayer
Rispetta la montagna - Hamish Fulton a Courmayer

  • shares
  • Mail