Vermeer da record a Bologna: già venduti 15 mila biglietti per "La ragazza con l'orecchino di perla"

In mostra da febbraio a Bologna La Ragazza con l'Orecchino di Perla, il capolavoro di Johannes Vermeer.

Ci sono opere che vengono prima dei loro stessi artefici. Ci sono quadri più conosciuti degli stessi artisti che li hanno realizzati. È il caso de La Ragazza con il turbante, più noto come La Ragazza con l'orecchino di perla, un piccolo (44,5 x 39 centimetri) dipinto ad olio realizzato da Jan Vermeer tra il 1665 ed il 1666.
Ispiratore di storie romanzate all'interno di libri e di un film uscito dieci anni fa, il quadro del pittore olandese sarà protagonista di una mostra che apre i battenti a Bologna il prossimo 8 febbraio. Nonostante manchino due mesi all'apertura, la mostra La ragazza con l'orecchino di perla. Il mito della Golden Age. Da Vermeer a Rembrandt - Capolavori del Mauritshuis ha già segnato un piccolo record. La sera di lunedì 11 novembre, ad 8 ore dall'apertura della prevendita dei biglietti, erano 15.000 le prenotazioni effettuate, testimonianza dell'interesse per il capolavoro di Vermeer. Si tratta di una pittura la cui fama è seconda solo a quella de La Gioconda, secondo l'organizzatore della mostra Marco Goldin, di Linea d'ombra. L'occasione è ghiotta – il prestito è stato possibile in occasione dei lavori di restauro ed ampliamento del Museo Mauritshuis de L’Aia, ed il pubblico 'affamato'. Dopo la parentesi italiana il quadro farà ritorno direttamente in Olanda, senza tappe intermedie, e difficilmente si muoverà di nuovo.
Il percorso espositivo a Palazzo Fava di Bologna è stato curato da Goldin insieme a Emilie E.S. Gordenker, Quentin Buvelot, Ariane van Suchtelen e Lea van der Vinde. Sarà visitabile fino al 25 maggio 2014 e ruoterà attorno alla cosiddetta Golden Age, l’età dell’oro della pittura olandese nel 1600. Un totale di 36 opere, per la maggior parte capolavori di Rembrandt, Hals, Steen, Ter Borch ed altri.

La Golden Age olandese - Palazzo Fava Bologna

  • shares
  • Mail