Asta record: Silver Car Crash di Andy Warhol venduto a 105 milioni di dollari

Dopo l’exploit di Bacon, un altro artista del Novecento supera il muro dei 100 milioni di dollari. L’arte è sempre di più un bene-rifugio

L’arte continua a essere un bene-rifugio, la cassaforte di chi non ha mai smesso di essere ricco. Non deve stupire la nuova vendita da record avvenuta ieri a Manhattan, da Sotheby's, a nemmeno 24 ore dall’eclatante acquisto del trittico di Francis Bacon per 142,2 milioni di dollari. Stavolta è un altro protagonista dell’arte contemporanea del Novecento a oltrepassare il muro dei 100 milioni di dollari .

Il battitore d’asta si è fermato a 105,4 milioni di dollari ovvero 60 milioni di dollari sopra la stima da parte di Sotheby’s. A pagare la cifra record è stato un compratore anonimo che ha partecipato all’asta via telefono, proprio come era accaduto il giorno prima per l’acquirente del trittico di Bacon che ha abbattuto ogni precedete record.

Nella sala di Sotheby’s erano presenti numeri collezionisti e personalità come Leonardo Di Caprio, Daniel Loeb e David Ganek. Ben 54 delle 61 opere d’arte offerte nella sessione di ieri sono state vendute.

La vendita di Silver Car Crash rappresenta un record assoluto per Warhol, il cui precedente primato era stato quello della vendita – a 71,7 milioni di euro – di Green Car Crash.

Tobias Meyer, responsabile dell’asta, a chiusura della sessione ha commentato: “Il mercato è vivace e felice”. Nei periodi di crisi l’arte è un bene-rifugio e le ultime aste di Sotheby’s ne sono una conferma.

Foto © Getty Images

 

  • shares
  • Mail