Il Grand Tour in chiave moderna

La Biennale di Venezia

Il termine Grand Tour è nato nel '700, quando i rampolli dell'aristocrazia europea partivano per un viaggio d'istruzione e di formazione alla volta dell'Italia e non solo. Firenze, Roma, Napoli, Venezia erano le mete predilette da questi viaggiatori che in molti casi lasciarono diari e resoconti piuttosto interessanti. Il più celebre di tutti è senz'altro Johann Wolfgang Goethe che si appassionò al nostro paese, come tanti del resto.

L'idea di questi viaggi d'iniziazione è riproposta in chiave moderna da Grand Tour 2007, un sito dove è possibile organizzare il proprio viaggio personalizzato per partecipare a quattro dei più importanti eventi artistici a livello mondiale. Uno di questi purtroppo (ArtBasel) si è già concluso, ma gli altri tre resteranno aperti tutta l'estate e oltre: la Biennale di Venezia, Documenta a Kassel e Skulptur projekte a Münster.

Sul sito è possibile prenotare dove dormire, noleggiare auto, programmare i propri spostamenti e ricevere tutte le informazioni necessarie per organizzare il proprio moderno Grand Tour.

  • shares
  • Mail