La Nouvelle Vague fotografata da Raymond Cauchetier alla James Hyman Gallery

A bout de souffle - Raymond Cauchetier

Penso che gli anglosassoni subiscano il fascino dei francesi, anche se non lo ammettono apertamente. Lo trovo così evidente nel caso della cultura e del cinema della Nouvelle Vague in particolare. Si parla molto del cinquantenario del film A bout de souffle (Fino all'ultimo sospiro), di Jean-Luc Godard, la cui immagine icona dei due protagonisti che passeggiano per Parigi, è stata riproposta in varie maniere.

Ora alla James Hyman Gallery di Londra, arriva una mostra fotografica che raccoglie il lavoro di Raymond Cauchetier, che compie quest'anno 90 anni.

Fotografo della Nouvelle Vague, Cauchetier ha scattato immagini sui set e durante le riprese di molti film culto del movimento artistico. Il risultato è bellissimo perché, scene che all'epoca erano contemporanee, assumono ora l'aspetto malinconico delle cose del passato.

Ci sono Jean-Paul Belmondo e Jean Seberg, Françoise Dorléac e Anouk Aimée. Sono tutti bellissimi e giovani in quello che era il loro momento. Tra l'altro molte di queste immagini vengono rese pubbliche per la prima volta proprio in questa mostra (e a Londra non a Parigi).

Per amanti del cinema e della fotografia. Dal 14 luglio al 28 agosto.

  • shares
  • Mail