Rafal Betlejewski. Bruciare una stalla in ricordo degli ebrei

L'artista polacco Rafal Betlejewski ha bruciato un fienile nel tardo pomeriggio di ieri per commemorare il massacro degli ebrei in un villaggio della Polonia durante la seconda guerra mondiale. Cattivo gusto o tentativo diverso di far riaffiorare il dolore?

Betlejewski, conosciuto per altri progetti di arte che si occupano di capitoli oscuri delle relazioni polacco-ebraiche, ha incendiato il fienile in Zawada, un villaggio della Polonia centrale, per celebrare il 69imo anniversario del massacro.

Quest'operazione, a ricordo dell'incendio del 1941 ad opera dei nazisti che costò la vita a 300 ebrei, rinchiusi in un granaio e bruciati vivi, ha suscitato numerose polemiche nella comunità giudea polacca. Tra permessi mancati e scarso rispetto delle vittime in un clima da 'scampagnata', l'unico obbietivo realmente raggiunto da Betlejewski è aver accresciuto la sua popolarità.

  • shares
  • Mail