Haunch Of Venison di Londra: dalla tassidermia alle sculture di Polly Morgan

Opera di Polly Morgan

Se ne parlava e ne abbiamo parlato, già qualche anno fa di questa artista inglese, Polly Morgan, dedita all'arte e alla tassidermia (= arte della tassidermia), considerata una delle eredi della YBA. Perché i suoi lavori avevano colpito l'interesse dei ricchi ma anche quello dei colleghi creativi. Le cose stravaganti in un certo senso attirano sempre l'attenzione, e le sue sono opere particolari. Ma poi passato il momento, ci deve essere qualcosa in più. E lei probabilmente lo ha. E' collezionata da Charles Saatchi, Damien Hirst, Kate Moss, Courtney Love (persone stravaganti, almeno nella loro vita pubblica), e uno dei primi scopritori si dice sia stato Banksy.

Una vita artistica che si è rivelata intensa da subito e che la porta ora ad un evento importante. Si apre infatti il 21 luglio alla Haunch of Venison di Londra, una sua personale, Polly Morgan: Psychopomps.

Voglio assolutamente andarla a vedere (e quindi tornerò sulla mostra), ma non solo trascinata dalla moda del momento. Voglio capire se mi piace o no. Se mi lascia ancora addosso quella sensazione di strano disagio che ho provato vedendo un suo piccolo lavoro. Perché ho visto un suo uccellino imbalsamato dentro teca di vetro nella vetrina di Other Criteria, il negozio di Damien Hirst. E non posso dire che mi sia piaciuto. Non è l'esecuzione o l'idea originale, tutto è curato e sofisticato, è che sono opere che mi mettono una certa tristezza. Il senso della morte è più forte che in qualsiasi altro lavoro che riproduce la morte (inclusi teschi e scheletri). Ma (posso dirlo?), sono lavori che mi danno fastidio. L'idea che, arte o non arte, ci si possa appropriare del corpo di un animale che altrimenti tornerebbe alla sua natura.

  • shares
  • Mail