San Gimignano Lumière: lo spettacolo delle luci in scena dal 6 all'8 dicembre

San Gimignano. Uno dei borghi più belli d'Italia ospita nel weekend dell'Immacolata un grande appuntamento tra storia, luce e colori...

Da venerdì 6 a domenica 8 dicembre va in scena San Gimignano Lumière, uno spettacolo di luci e suoni che prende vita nel centro storico della cittadina a pochi chilometri da Siena. Famosa per essere terra del buon vivere (paesaggio e cultura enogastronomica), San Gimignano negli ultimi decenni ha dimostrato un'attenzione particolare per l'arte contemporanea.
In occasione di San Gimignano Lumière le torri, i palazzi, i vicoli, le chiese diventano scenario di una grande installazione luminosa multimediale. Il regista è Walter Buonfino, fotografo e documentarista milanese classe 1953, ma dell'evento faranno parte anche pittori, saltimbanchi e poeti.

Le videoproiezioni verranno effettuate utilizzando tecniche di grafica tridimensionale e video mapping che esaltano e valorizzano le superfici ed i materiali antichi. Non mancheranno anche i suoni, e sarà un modo diverso per scoprire un luogo ricco di storia e già di per sé carico di fascino. Un percorso che si muoverà tra meraviglia visiva e illusione ottica, trasformando spazi urbani di fattura medievale in angoli altamente scenografici.
Si entra a San Gimignano da Porta San Giovanni. Qui si incontra un laser che ci accompagna indicandoci il percorso. Si passa poi dalla chiesa di San Francesco e dal Duomo, trasformate con la tecnica del video mapping, dove si snodano i racconti sulla storia del borgo. In particolare in Piazza Duomo quattro pittori si esibiranno in live painting e vedrano il loro lavoro proiettato sulla facciata della chiesa.
Il cuore pulsante dell'evento sarà Piazza di Sant’Agostino. Qui troverete proiezioni animate ed itineranti, in omaggio ai cavalli più famosi della storia dell'arte (da Leonardo a De Chirico).
Per strada giocolieri e saltimbanchi, ma anche una declamazione della Divin Commedia di Dante in Piazzetta Becci e Cugnanesi ad opera di Giovanni Terreni, con illustrazioni di Riccardo Mannelli, disegnatore e fumettista di grande valore.
Non mancherà infine un focus sulla fotografia, sulla facciata della Collegiata, con la presenza di Gianni Berengo Gardin insieme ai fotografi di San Gimignano di Studio Calvani Studio Fontanelli.

  • shares
  • Mail