Eladio Dieste: il poeta del mattone

chiesa  Atlantida - rosoneIl 17 aprile, a Roma, si inaugura con una conferenza la mostra dedicata ad Eladio Dieste.

Geniale architetto uruguaiano scomparso nel 2000, nelle sue opere ha saputo coniugare la liricità di forme plastiche e sinuose, con le sue notevoli doti di ingegnere. Una particolare tecnica di laterizio armato con acciaio, di sua invenzione, dona infatti alle sue architetture e ai mattoni di cui sono composte, una leggerezza ineguagliata.

Dell’esposizione fanno parte anche quaranta suggestive foto del giapponese Yoshihiro Asada, che esaltano le tensioni create dalla luce naturale nelle architetture di Dieste.

La mostra è stata organizzata niente meno che dal dipartimento di architettura del MIT, ed arriva a Roma (con qualche modifica) dopo essere stata già presentata nel lontano 2003 a Boston.

Meglio tardi che mai.

A Roma, Casa dell’Architettura, dal 17 aprile fino all’11 maggio.

  • shares
  • Mail