Il bombardamento poetico di Berlino

Lo scorso sabato 28 agosto, durante la Lange Nacht der Museen (Long Night of the Museums), Berlino è stata bombardata pacificamente con 100.000 poesie. L'azione, rivendicata dal collettivo cileno Los Casagrande, ha ricoperto dal cielo la Lustgarten con un mare di versi, per celebrare la poesia e condannare ogni atto di guerra.

I Casagrande portano avanti il progetto 'Rain Poetry' dal 2001, con l'obiettivo di rendere la poesia più accessibile al grande pubblico. Il gruppo ha già colpito Santiago del Cile (2001), Dubrovnik (2002), Guernica (2004) e Varsavia (2009) - tutte città che hanno subito attacchi aerei in passato.

L'idea alla base dell'operazione mi sembra molto bella: “dal momento che i bombardamenti durante la guerra erano destinati a rompere l'equilibrio psichico degli abitanti di una città, il bombardamento poetico costruisce una città nuova, dando nuovo significato agli eventi di un passato tragico con altre energie”. Ottanta poeti tedeschi e cileni hanno contribuito alla manifestazione di Berlino.

Dopo il salto su continua, il video ufficiale dell'operazione di bombardamento poetico, che ha raccolto l'entusiasmo dei berlinesi.

  • shares
  • Mail