I disegni di Rachel Whiteread alla Tate Britain

Rachel Whiteread - Study for House 1992 Private Collection © Rachel Whiteread

Si apre una settimana interessante e un periodo pieno di attività per la città di Londra. E' imminente l'apertura dell'installazione di Ai Weiwei alla Tate Modern (e ci chiediamo tutti, che cosa avrà mai ideato? Ho pronta la macchina fotografica...). Sono prossime le inaugurazioni di mostre importanti con artisti come Walid Raad, Marina Abramovic, Yayoi Kusama, Louise Bourgeois. E sta per arrivare Frieze Art Fair.

In attesa, una piccola recensione sulla mostra Rachel Whiteread Drawings, ovvero i disegni dell'artista esposti alla Tate Britain. Dico piccola, perché non mi soffermerò molto sull'esposizione che non ho trovato particolarmente entusiasmante. E' una mostra curata bene che raccoglie molti lavori della Whiteread, ma non trovo ragione di dedicare tanto spazio ai suoi disegni.

Lo stile dell'artista è sempre a metà tra opera artistica e progetto architettonico, anche quando si tratta di installazioni. Ma mentre in questo secondo caso, mi piacciono ideazione, progetto e sviluppo, nel caso dei disegni mi sembrano lavori piatti.

Sono passati alcuni anni da quando ha vinto il Turner Prize, premio che l'ha sicuramente aiutata. Chissà se, come altri artisti del YBA, rimarrà nella storia. La Tate Britain, con questa mostra, che chiude il 16 gennaio 2011, dimostra di coccolare i suoi artisti.

  • shares
  • Mail