Abili strategie commerciali: in vendita il pub che ospita il "falso" Banksy a Londra


Un pezzo la cui attribuzione a Banksy è stata recentemente messa in dubbio, potrebbe essere messo in vendita assieme alla proprietà che lo ospita nelle prossime settimane. Il murales si trova presso il cortile interno del pub The Princess of Wales in Primrose Hill, a Londra.

Il pezzo, una giovane ragazza con un palloncino a forma di cuore che tende la mano a un leone e la scritta Run For Your Lives! (Correte per le vostre vite!) era apparso lo scorso giugno e l'ignoto autore, col volto coperto da un passamontagna, era stato registrato dalle telecamere a circuito chiuso del locale.

L'opera può senza dubbio ricordare lo stile dello stencil artist più famoso del mondo, uno stencil in bianco e nero, una ragazzina col palloncino, un animale, ma con tutta probabilità non si tratta di un originale. Confrontate infatti le due differenti 'baloon-girl' (cliccate qui per altre fotografie). Quella a sinistra è di un Banksy autentico, quella a destra del pezzo in questione. Ma le incongruenze non finiscono qui. In genere i pezzi dello street artist di Bristol hanno sempre un meccanismo di senso da raccontare, quantomeno evocano un movimento di critica e di ironia. Qui invece sembra tutto molto più semplice.

Guarda caso, proprio il prossimo il 19 ottobre il pub in questione sarà messo in vendita da Allsop, la casa d'asta immobiliare leader nel Regno Unito. La coincidenza sembra veramente strana. A giugno esce la notizia dell'apparizione di un nuovo Banksy, molto 'pompata' dai media, con ampia copertura. Dopo pochi mesi, nel momento in cui il locale ha incrementato alla grande i propri clienti per l'apparizione di un'opera d'arte nel suo giardino, il posto va in vendita.

Difatti, anche se l'attribuzione è incerta, Duncan Moir, il banditore della Allsop ha dichiarato che il valore della proprietà si fa interessante ed aumenta, proprio grazie a questa opera d'arte comparsa magicamente in giardino.

  • shares
  • Mail