I nuovi ricchi cinesi all'assalto di Picasso


Investitori e collezionisti cinesi non nascondono il crescente interesse per l'arte occidentale. Lo dimostra il buon successo di una serie di aste da Sotheby's ad Hong Kong dove il protagonista, manco a dirlo, è stato Pablo Picasso.

La città della Cina meridionale negli ultimi anni è diventata il terzo più grande centro del mondo per vendite all'asta dopo New York e Londra. I nuovi ricchi cinesi comprano quadri, sculture, gioielli e vini.

Ultimo ad essere stati battuto è un quadro di Picasso del 1965 Le Modele dans l'Atelier, che ha realizzato 1,5 milioni di euro. Nella prossima vendita, dal 26 al 28 novembre, ci saranno sette quadri di Picasso appartenenti a diverse fasi della sua carriera, compreso periodo blu, cubismo, neoclassicismo e gli ultimi dipinti espressionisti.

Uno dei pezzi chiave della vendita è il ritratto di Dora Maar (nella foto), chiamato Jeune Fille aux Cheveux Noirs, del 1939, ma ci saranno anche Monet, Renoir, Chagall e Degas.

  • shares
  • Mail