Bloccato l'accesso ai 100 milioni di semi di Ai Weiwei a causa della polvere

Sunflower Seeds - Ai Weiwei - Tate Modern, Londra

Due giorni, solo due giorni è durato il divertimento con il mare di semi di girasole di Ai Weiwei. La Tate Modern, per ragioni di salute, ha deciso di bloccare l'accesso all'opera. L'installazione si potrà vedere dall'alto, ma non ci si potrà giocare. Non ci si potrà camminare sopra. Non la si potrà toccare o anche "assaporare". In breve non si potrà interagire con Sunflower Seeds, secondo quanto disposto dall'artista (anche se Weiwei è d'accordo con il blocco). Questo con grande dispiacere di tutti, visto che la Turbine Hall sembrava veramente una spiaggia d'estate (senza dimenticare il danno all'opera, che così è tronca).

La ragione sarebbe nella polvere sollevata dai semi quando ci si cammina sopra. In effetti, avevo notato che l'aria era polverosa, ma non tanto da poterne soffrire. Evidentemente deve essere aumentata, visto che nel solo primo giorno, sono accorsi a vedere l'installazione 14 mila visitatori. C'è poi il problema del deperimento dell'opera. Visto il traffico e visto l'uso entusiastico dei semi che il pubblico ne ha fatto (a parte camminarci, alcuni ci hanno fatto castelli o si sono fatti ricoprire), si teme che si potrebbero danneggiare e non resistere per tutta la durata dell'esposizione.

Al momento la decisione sembra drastica, ma ci sono anche ipotesi di apertura con passaggio controllato. Si vedrà nei prossimi giorni.

Non è la prima volta che un lavoro della Unilever Series provoca problemi di sicurezza per la salute. Era successo con gli scivoli di Carsten Höller e con la frattura di Dorsis Salcedo. Ma il 2010 non sembra un anno fortunato per le opere pubbliche londinesi. Dopo le recinzioni alle sculture di Anish Kapoor, ora il divieto di accesso ai semi di Ai Weiwei.

  • shares
  • Mail