Marini, l'arte italiana va a gonfie vele da Christie's


La fiducia nella ripresa e nella stabilità del mercato dell'arte riparte dall'Italia, o meglio, dagli italiani. A Londra il 14 e 15 ottobre gli artisti italiani sono stati battuti all'asta da Christie's e da Sotheby's, ottenendo grande successo.

Nei giorni della Freize Art Fair, affollati di visitatori e compratori, da Sotheby's la vendita del ventesimo secolo italiano ha realizzato complessivamente oltre 40 milioni di euro. A trascinare verso l'alto la vendita, due pezzi di Lucio Fontana, due differenti versioni di colore di Concetto Spaziale, Attesa, top lot battuti a 2.612.000 euro.

Più contenuti i ricavi della rivale casa d'aste Christie's (22 milioni), con il deprezzamento di un pezzo di Damien Hirst, andato sotto le stime di prevendita. Ma da Christie's si esulta comunque per il più alto valore per lotto della serie, grazie ai 5.111.000 euro realizzati dal Cavaliere di Marino Marini, salito di circa tre volte le attese, che ha stabilito un record mondiale d'asta per l'artista. Ancora anonimo il compratore.

  • shares
  • Mail