Gli shermi recombinanti di The Big Art Group. Reportage dal Piemonte Share Festival [PART 2]

Il secondo memento topico dei questo Share Festival lo dedico alla presentazione del Big Art Group, sempre il 6 novembre al Museo delle Scienza intorno alle 12.

La presentazione si è stata impostata sotto forma di una conversazione-dialogo con il prof. Antonio Caronia, con l'obiettivo di esplorare i contorni di una "società dell'informazione" dove l'errore, il glitch, i segnali di interruzione sono a tutti gli effetti diventati parte integrante delle strategie di marketing.

L'intro teorica del professore, rigorosa e profonda come sempre, ci introduce al senso e al valore epistemologico dell'errore, facendoci riflettere sui sistemi umani e su quelli artificiali. Presenti il fondatore e direttore di Big Art Group, Caden Manson, e Tom Sellar. Dal 1999 Manson ha ideato e svuluppato un particolare format di spettacoloinvented the definito "Real-Time Film", un film che mentre si realizza è già contemporaneamente in onda e in scena: ibrido di cinema e teatro in cui gli attori ricombinano strutture formali di performance attraverso l'uso di improvvisazioni simultanee on stage e live video, a loro volta ricombinati con complesse coreografie, esibizioni di marionette, elementi autobiografici. Il loro lavoro usa a piene mani alta tecnologia e bassa tecnologia, cultura underground che proviene dai margini estremi della società e cultura mainstream (in particolare la produzione simbolica dei massmedia e gli immaginari pop derivati), con l'obiettivo esplorare e mettere in questione la nostra esperienza della vita contemporanea. Il risultato è uno spettacolo che ci disvela sotto gli occhi la finzione mediatica grazie ad un cortocircuito fra l'azione teatrale (performance degli attori sul palco) e montaggio televisivo (che anch'esso avviene in tempo reale sul palco): le azioni dei performer sembrano un assemblaggio privo di senso, che si ricompone solo guardandoli attraverso il monitor. Big Art Group ci fa percepire senza mezzi termini quanto ciò che i media, e in particolare la tv, ci offre come reale sia invece frutto di complesse operazioni di montaggio.

Il gruppo, arrivato nel 2006 a Senigallia al Teatro La Fenice con "House of no more", è in tour e sarà presente con il suo novo spettacolo CITYRAMA a Torino il 14 novembre prossimo, presso il Teatro Stabile Torino: se ne avete la possibilità, consiglio sinceramente di andarli a vedere.

  • shares
  • Mail