The More I Look, The More I See


Da oggi 10 novembre fino al 10 dicembre 2010 Galženica Gallery (Velika Gorica/Zagreb) ospiterà la mostra "The More I Look, The More I See". Presenti gli artisti: Giuseppe di Bella, Vincent W.J. van Gerven Oei & Jonas Staal, Les Liens Invisibles, David Smithson, Tea Tupajić.

L'esibizione chiude il ciclo dedicato al patrimonio storico-culturale che abbiamo ereditato dall'avanguardia del XX secolo: i lavori di questi artisti sono accimunati dal saper riferirsi alla realtà politica attuale. Giuseppe Di Bella usa le imagini della progione di Abu Ghraib per creare una continuità fra guerra perpetrata in Medioriente e la tradizione della conquista coloniale. David Smithson racconta di riguggiati, nomadi e povertà. Les Liens Invisibles, con Sepukoo.com, mostra come il suicidio virtuale dei profili su Facebook sia legato al fenomeno della mediazione della realtà su internet. Vincent W. J. van Gerven Oei e Jonas Stall affrontano coraggiosamente il tema della violenza attraverso il massacro di Srebrenica, evidenziando il ruolo conservativo del bataglione tedesco. Tea Tupajić, con la sua istallazione sonora, parla sempre di Srebrenica come una delle maggiori tragedie dell'Europa moderna, ma lo fa più poeticamente che analiticamente.

Tutto materiale intenso da un'Europa dellEst vicina e viva. Per chi fosse interessato a sintonizzarsi, il talk in diretta con gli artisti, a partire dalle 18.00, sarà registrato e ascoltabile soffo formato audio a questo link.

  • shares
  • Mail