Guidarello Guidarelli: storie di amore e censura al MAR di Ravenna

Guidarello Guidarelli, nobile condottiero di Cesare Borgia cantato da D' Annunzio e ricordato da Byron, è famoso per la lastra tombale che lo rappresenta, conservata nella Pinacoteca di Ravenna. Leggenda popolare vuole che « le donne nubili che baceranno Guidarello, potranno sposarsi entro l'anno... ». Fatto sta che la statua dal volto languido e bello di Guidarello è diventata negli anni oggetto di pellegrinaggio di dame e signorine, rubandone i baci furtivi.

Il gruppo Alterazionivideo, chiamato per il secondo appuntamento del ciclo Critica in Arte 2010, ha nei giorni scorsi realizzato un'opera video dedicata a Guidarello ispirandosi alla sua fama e alla leggenda popolare. In sintesi, estremizzando i comportamenti delle tuttosommato pudiche ammiratrici del condottiero, nel video una donna nuda amoreggia esplicitamente con la statua, presa da improvviso ardore e trasporto.

Troppo per il MAR e persino per la curatrice della mostra, che all'unisono sostengono di non aver visto l'opera prima dell'innaugurazione. Risultato è che l'opera è stata censurata, ma per qualche ora ha avuto il tempo di essere diffusa online: 300 utetenti adesso la posseggo. Consiglio di guardare il video: contiene le interviste ai soggetti coinvolti, compreso il gruppo di artisti e curatrice, la quale mi ha lasciato un po' basita...

  • shares
  • Mail