Apre la nuova galleria di Banksy ed è subito polemica per le opere in mostra


Ieri ha aperto i battenti a Londra una nuova galleria, la Marks & Stencils a Berwick Street, Soho. Qui Banksy (che sembra faccia proprio gli onori di casa) ha presentato alcuni nuovi lavori e ha curato l'allestimento di altri due urban artist. Fra questi, il francese Dran e Mark Sinckler di Bristol, conosciuto come Prime nel mondo dei graffiti, ha presentato un lavoro molto forte.

Per gli americani c'è stato il 9/11/2001, per gli inglesi il 7/7/2005, date che rimarranno indelebilmente impresse nella memoria. Age of Shiva rappresenta il bus esploso a Londra nel luglio di cinque anni fa, con una cura realistica per alcuni dettagli, sormontato da angeli e con le anime dei morti in marcia verso altri cieli. Sinckler, artista le cui quotazioni sono salite fino a 600 mila euro con l'interessamento di collezionisti come Angelina Jolie o Damien Hirst, ha detto di aver voluto dare una scossa alla gente, portandola a riflettere sui potenziali effetti della fede. Molti hanno apprezzato.

Ma alcuni familiari delle vittime sono sconvolti. John Falding ad esempio, che ha perso la compagna Anat Rosenberg negli atentati. "Eravamo abituati a vedere le foto su giornali e televisione, ma nessuno avrebbe mai immaginato che sarebbe finita dentro un'opera d'arte, essenzialmente un progetto commerciale."

Dopo il salto su 'Continua', un servizio televisivo per approfondire.

[embed1]

  • shares
  • Mail