Il Madre di Napoli di trasforma in un set per Marinella Senatore

Luogo di produzione artistica, oltre che contenitore culturale. Questa vocazione è il valore aggiunto di molte istituzioni museali tanto contemporanee quanto antiche (vedi il caso della romana Galleria Borghese che con "Raphael the Western" di vedovamazzei mette il prima mattone per le sue "Committenze Contemporanee").

Luogo di produzione è proprio in questi giorni anche il museo Madre di Napoli, che si trasforma in un vero e proprio set cinematografico per accogliere la realizzazione della nuova video opera di Marinella Senatore.

Il film dell'artista, primo appuntamento della nuova project room, curata da Gigiotto Del Vecchio e Stefania Palumbo, consente ai visitatori del museo di osservare da distanza ravvicinata i lavori di pre-produzione e la realizzazione delle riprese. Il museo assume dunque l'aspetto di un laboratorio aperto e permanente (in foto il set cinematografico). Fruibile anche a distanza: i lavori in corso di Senatore si possono seguire in streaming sul sito del Madre.

  • shares
  • Mail