Mentalgassi per Troy Davis

Troy Davis ha trascorso ormai più di 19 anni nel braccio della morte in America. Per ben tre volte è stata emessa per lui la condanna definitiva di messa a morte, ma per altrettante volte è stato graziato all'ultimo minuto. Dalla sua parte si sono schierati politici e capi di stato, il Papa ed anche Amnesty International. Non ci sono prove certe circa la sua colpevolezza e Davis vive ormai da vent'anni in un regime di terrorismo psicologico.

Amnesty International, ha lanciato la campagna Making The Invisible Visible (Rendere visibile l'invisibile) ha chiesto aiuto all'agenzia londinese Brothers and Sisters. Le titolari, Lisa Jelliffe e Kirsten Rutherford, hanno pensato di coinvolgere Mentalgassi, collettivo di anonimi street artist tedeschi, di cui vi abbiamo parlato qui.

Ne è nato un dipinto, un ritratto realizzato su poster e applicato sul lato di una recinzione metallica a Londra. L'immagine può essere vista solo se guardata di traverso, da uno dei due angoli. Da qualsiasi altro punto di osservazione la si veda si noteranno solo parti del dipinto e macchie di colore.

  • shares
  • Mail