L'elettricista di Picasso: "volevo vendere i quadri per i miei figli"


L'elettricista francese che possiede una collezione di 271 Picasso, ha raccontato ai giornali di come ha viaggiato per tutta la Francia con 50 milioni di euro in opere d'arte fasciate nella sua valigia. Voleva venderli per garantire un futuro ai suoi figli.

Nel frattempo Pierre Le Guennec avrebbe rivelato in che modo ha ottenuto così tante opere. Jacqueline, moglie di Pablo, gli avrebbe regalato i quadri nel mentre stava installando sistemi di allarme e stava facendo riparazioni all'impianto elettrico in casa Picasso, nei tre anni che vanno dal 1970 fino alla morte del maestro, avvenuta nel 1973. In particolare un giorno gli avrebbe consegnato un intero scartoffio contenente centinaia di disegni.

Alle accuse di furto Guennec si ribella e sua moglie dichiara: “avremo potuto vivere in una casa umile come questa per tutta la vita se avessimo voluto vendere i pezzi?”. Adesso, nonostante la coppia sostenga di aver ritrovato il prezioso 'fagotto' nel corso di un repulisti avvenuto quest'estate, la vicenda passerà per i tribunali francesi.

  • shares
  • Mail