All'asta i cimeli dell'Ungheria comunista


Un'asta di opere d'arte e cimeli di epoca comunista si è svolta ieri a Budapest, per raccogliere fondi da destinare alle vittime della marea di allumina. Si tratta di un vero e proprio disastro ambientale, il rilascio di fanghi tossici dal serbatoio di un impianto di allumina, che ha provocato dieci morti e lasciato centinaia di persone senzatetto.

Alla Galleria / Auctionhaus Pinter di Budapest c'erano più di venti tra ritratti e fotografie di Lenin e Stalin, Marx e Engels, busti del leader comunista bulgaro Georgi Dimitrov e molti dipinti e disegni identificabili nella corrente del realismo socialista. Molti lavori celebrano l'amicizia tra russi e ungheresi.

Un'asta con modeste cifre a due zeri che spaziava fino ai lavori pop di Zala Tibor, le cui lito su carta sono state vendute per poche decine di euro. Il pezzo più pagato è stato He Told Us Everything As It Was, un dipinto del 1957 di Kadhim Haydar, artista iracheno, venduto per 5.700 euro.

All\'asta i cimeli dell\'Ungheria comunista
All'asta i cimeli dell'Ungheria comunista
All'asta i cimeli dell'Ungheria comunista
All'asta i cimeli dell'Ungheria comunista

  • shares
  • Mail