A Firenze 'Autoritratte', da Tintoretta a Vanessa Beecroft

É stata presentata oggi a Firenze una mostra che parla delle artiste che hanno fatto la storia dell'arte. Spesso costrette ad adeguarsi allo stile di vita, alle usanze degli uomini, rubando magari i pennelli o gli studi a padri o compagni, le donne hanno scritto pagine importanti, ma sono rimaste spesso senza volto, in secondo piano.

L'intento principale di Autoritratte. Artiste di capriccioso e destrissimo ingegno (dal 17 Dicembre 2010 - 30 Gennaio 2011 alla Galleria degli Uffizi, Sala delle Reali Poste) è quello di dare voce ad ottanta artiste che si sono autorappresentate dal 1600 ad oggi. Carla Accardi, Vanessa Beecroft, Mirella Bentivoglio, Nadia Berkani, Antonella Bussanich, Lynne Curran, Berlinde de Bruyckere, Niki de Saint Phalle, Marilù Eustachio, Esther Ferrer, Giosetta Fioroni, Jenny Holzer, Yayoi Kusama, Ketty La Rocca, Lucia Marcucci, Elisa Montessori, Patti Smith, Tinca Stegovec, Alison Watt, Francesca Woodman.

Diverse opere provengono dalla collezione degli Uffizi (che conta ad oggi 1700 ritratti d’artista, di cui solo 150 sono di artiste donne), ma ci sono anche alcune opere commissionate per l'occasione, Queste sfruttano l'intermedialità contempranea e si esprimono attravers pittura, scultura, grafica, arazzo, fotografia, poesia visiva e video, rendendo il percorso ideato da Giovanna Giusti ancor più interessante.

A Firenze \'Autoritratte. Artiste di capriccioso e destrissimo ingegno\'
A Firenze 'Autoritratte. Artiste di capriccioso e destrissimo ingegno'
A Firenze 'Autoritratte. Artiste di capriccioso e destrissimo ingegno'
A Firenze 'Autoritratte. Artiste di capriccioso e destrissimo ingegno'
A Firenze 'Autoritratte. Artiste di capriccioso e destrissimo ingegno'
A Firenze 'Autoritratte. Artiste di capriccioso e destrissimo ingegno'

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: