The Clouds: pensieri liberi in nuvole

zeroteatro

Scopro oggi un bell'angolo della rete che condivido con il blog.

Ci arrivo da un Magazine online integralmente scaricabile, The Clouds, trimestrale interamente autoprodotto che intercetta stimoli e tendenze su un settore particolare dell'arte: il teatro comunitario, rituale e interattivo e, più in generale tutte quelle forme artistiche che includono il pubblico nella creazione dell'opera, capaci per questo di mettere in discussione il paradigma della rappresentanza. Corentemente a questa impostazione, The Clouds promuove la filosofia e i movimenti Open Source e sostiene, nei limiti della sua diffusione, una campagna per la trasformazione radicale della SIAE. A questo link trovate 10 anni di rivista in formato pdf, completamente liberi da diritti: un bell'archivio da consultare e da cui trarre spunti.

La rivista mi ha portato però a conoscere ZEROTEATRO, realtà che esiste e lavora dal 1997, fondata da un gruppo di artisti indipendenti. The Clouds è solo uno dei progetti speciali che portano avanti: li sto studiando meglio per capire come si muovono e cosa fanno e non è detto che quando avrò le idee più chiare non ne riparleremo.

  • shares
  • Mail