Nido di rondini, Cracking Art Group: la nuova installazione

Inaugurata l'installazione nella piazza delle armi del Castello, presso l'Agorà di Expo

Lo 'zoo' di Cracking Art Group si arricchisce oggi di una nuova installazione: dopo i coccodrilli, le rane e le lumache sono arrivate le rondini.

O meglio "Nido di rondini", la nuova opera inaugurata giovedì 10 aprile a Milano, nella piazza delle armi del Castello, presso l'Agorà di Expo.

E' partita infatti l'operazione "Deponi un uovo, fai rinascere un monumento": tutti i cittadini sono invitati, insieme alle autorità cittadine e agli artisti Cracking Art, a contribuire al restauro ("rigenerazione", nella filosofia del gruppo) del monumento equestre di Bernabò Visconti di Bonino da Campione (1363) al Castello Sforzesco, deponendo un uovo di rondine.

I visitatori, nel periodo dell'installazione (dal 10 aprile al 30 giugno) potranno acquistare i multipli di uova di rondine messi a disposizione per l'iniziativa dal gruppo Cracking Art, versando a Italia Nostra 20€. In cambio si avrà una scultura di rondine piccola, e si potrà depositare un uovo nel nido, appositamente allestito dagli artisti.

Altre rondini e uova saranno posizionate nel corso della rassegna, fino al 30 giugno, in altri luoghi simbolo della cultura milanese come il cortile di Palazzo Reale, il Museo del Risorgimento, e Palazzo Morando.

Il progetto "Rigeneramento"

Il progetto di Cracking Art, una corrente artistica nata 20 anni fa con un forte impegno originario per l'ambiente, assume oggi un impegno sociale e culturale: portare l'arte contemporanea ad un confronto attivo con l'arte antica e con il paesaggio artistico, soprattutto nazionale.

Ogni parte sociale - pubblico e imprese - è chiamata a partecipare.

RONDINI CASTELLO 3

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail