ACHTUNG! ACHTUNG! La shoà rievocata nei locali dell'ex Gil a Roma


Come molti di voi sapranno, il 27 gennaio - data storica in cui i cancelli di Auschwitz furono abattuti - è riconosciuto dalla Repubblica italiana come "Il Giorno della Memoria" per ricordare lo sterminio di oltre 6 milioni di persone fra ebrei, rom, omosessuali, disabili, soldati sovietici, oppositori politici del nazi-fascismo e altri innocenti che trovarono la morte nei campi di concentramento. Sono molte le attività di comunicazione, gli incontri, i curatori e gli artisti che decidono di rievocare con la loro sensibilità i tragici avvenimenti in questa ricorrenza. Anche noi lo facciamo parlandovi di due mostre, una a Roma e una a Torino. Iniziamo da Roma

ACHTUNG! ACHTUNG! è una mostra collettiva a cura di Micol Di Veroli e Barbara Collevecchio che coinvolge 21 artisti. Al centro, l'idea di memoria come strumento di confronto storico e culturale per riuscire a proiettarsi nel futuro senza ripetere gli errori di chi ci ha preceduto. In questo l'arte non solo fotografa e interpreta, ma è tramite di emozioni per chi guarda, fruisce e in questo modo "esperisce". La mostra, insieme al potenziale visivo, si pone un fine didattico: un "percorso emozionale attraverso momenti di alienazione, prigionia ed odio razziale che termina in un'apertura verso la speranza di pace e la promessa di un mondo migliore". Il tutto si svolge dal 13 al 27 gennaio presso i locali dell'Ex Gil di Luigi Moretti, a suo tempo sede della Gioventù Italiana del Littorio, uno spazio espositivo devo dire imponente e suggestivo.

Mi piacerebbe confidare nell'idea che gli umani siano in grado di imparare dal passato. Mi piacerebbe poter pensare che siamo al sicuro dal ripetersi di avvenimenti terribili come l'Olocausto. Non ne sono affatto certa, ma questo è un motivo in più per raccontare.

mostra sull'olocausto

  • shares
  • Mail