Mercato, crescono le quotazioni dei maestri dell'arte moderna russa



Proprio ieri avevamo parlato della crescita del mercato dell'arte cinese. Oggi invece ci spostiamo in Russia e partiamo da un dato: la sola casa d'aste Sotheby's ha realizzato 82 milioni di dollari (circa 63 milioni di euro) in occasione di due aste di arte russa nel corso del 2010. Un quadro come The Eve of the Celebration, Santa Maria Della Salute, una veduta di Venezia del 1867 di Alexei Bogoliubov ha realizzato 1,36 milioni di dollari, ben oltre quanto ci si aspettava.

Un altro quadro interessante, testimone della passione 'esotica' dei russi è The Kuli-Kuta Dance, Niamey (nella foto sopra), un olio su tela del 1926 di Alexander Yakolev venduto per 1,4 milioni da Sotheby's. Ma se parliamo di arte russa, la casa d'aste più specializzata è sicuramente MacDougall di Londra, protagonista nella Russian Art Week lo scorso dicembre. 25 milioni di dollari ricavo in tre aste, grande protagonista The Little Cowboy (1940), dell'autore russo-americano Nikolai Fechin. 10,82 milioni dollari, una cifra sbalorditiva, se pensiamo che solo nel maggio del 2010, da Doyle di New York, era stato battuto per 632.500...il suo prezzo è cresciuto di quasi venti volte in sette mesi.

Infine View of Valaam Island. Kukko, un dipinto del 1860 di Ivan Shishkin ha totalizzato 2,9 milioni di dollari. Ma chi sono i compratori? “Oltre il 90 per cento degli acquirenti provengono da Mosca e Kiev, dove le economie sono in crescita. Alcuni settori dell'arte russa, come l'800 e il primonovecento, hanno molto appeal per i ricchi russi che hanno studiato quelle opere a scuola”, ha spiegato MacDougall, inun'intervista via e-mail al magazine Epoch Times.

Mercato, crescono le quotazioni dei maestri russi
Mercato, crescono le quotazioni dei maestri russi
Mercato, crescono le quotazioni dei maestri russi
Mercato, crescono le quotazioni dei maestri russi

  • shares
  • Mail