Beecroft, Haring, Beuys nel 'Giardino Segreto' di Bari


Venerdì 21 gennaio 2011 (h 18) a Bari va in scena l'arte contemporanea vista da una prospettiva particolare, quella dei collezionisti. Un viaggio nel gusto e nello stile del mecenatismo artistico nel capoluogo barese, ideato da Lia De Venere. La sede che ospiterà il Il Giardino Segreto. Opere d'arte dell'ultimo cinquantennio nelle collezioni private baresi è l'ex convento di Santa Scolastica, luogo magico e suggestivo nel cuore di Bari Vecchia.

10 collezionisti, 70 artisti italiani e stranieri e i loro lavori a partire dagli anni sessanta fino ad oggi. Pop art, concettuale, street art, performance art... nomi del calibro di Stefano Arienti, Gabriele Basilico, Vanessa Beecroft, Joseph Beuys, Mel Bochner, Alighiero Boetti, Botto&Bruno, Fischli&Weiss, Keith Haring, Mona Hatoum, Damien Hirst, Emilio Isgrò, Jannis Kounellis, Sol LeWitt, Jaume Plensa, Marc Quinn, Rammellzee, Mimmo Rotella, Salvo, Tomas Saraceno, Mario Schifano e molti altri.

Si tratta della prima grande mostra in Puglia che porta il 'privato' in pubblico, consentendo ai visitatori di confrontarsi con alcuni degli autori che hanno fatto la storia dell'arte contemporanea, a partire dalle tracce che sono riusciti a far arrivare (e vendere) fino a qui.

  • shares
  • Mail