Underground zone: alla Fabrica Fluxus rivivono i mitici anni '70

Paul Zone è un fotografo insider della scena musicale underground di New York dei primi anni '70. Attraverso i suoi scatti quell'atmosfera rivive nella galleria d’arte Fabrica Fluxus di Bari che ospita una sua personale dal 14 gennaio all'11 febbraio, "Underground Zone".

Quaranta le fotografie che ritraggono i protagonisti della scena glam e punk delle mitologiche origini: Debbie Harry, Patti Smith, Alan Vega, Joey Ramone, New York Dolls, Lydia Lunch, Marc Bolan, Iggy Pop, Lou Reed, Divine, Wayne County, tanto per citarne alcuni. Ha solo 11 anni, praticamente un bambino, quando Zone inizia la prima esplorazione di questo mondo nei luoghi culto di New York. E prosegue immortalando un'epoca musicale che sarebbe diventata storica. Quasi per caso: "Io scattavo semplicemente delle fotografie ai miei amici…” afferma egli stesso. Con l'ingenuità e la freschezza di un adolescente, Paul Zone ci mostra luoghi e persone leggendari che daranno luogo a stili inconfondibili: dandy, glam e pre-punk, sono le icone del rock. La selezione fatta per la mostra mette in luce gli aspetti sperimentali, ironici, ludici e spregiuticati della scena culturale underground. Il programma è ricco e articolato: eventi, visioni, abiti, concerti, nightclubbing, seminari in collaborazione con l'Università e le accademie del territorio, Esposti anche i lavori di alcuni studenti del Liceo Artistico G. De Nittis e dell’Università di Bari, Corso di Cinema, fotografia e televisione.

In alto un bel video di presentazione realizzato dalla redazione Linkredulo.

  • shares
  • Mail