Festa del cane 2014: omaggio a Lump, il bassotto di Pablo Picasso

Una bella storia di amicizia tra un bassotto e un (grande) pittore

"Lui non è un cane, non è un piccolo uomo, lui è qualcun altro" - Pablo Picasso

Dai ritratti rinascimentali al "Dinamismo di un cane al guinzaglio" di Giacomo Balla (1912): il migliore amico dell'uomo ha da sempre fatto parte della storia dell'arte.

In occasione della Festa del Cane 2014 proclamata dagli amici di Petsblog in ricordo della liberazione dei beagle di Green Hill nel 2012, anche noi vogliamo unirci ai festeggiamenti con un ricordo particolare.

Un'icona, che ha accompagnato per sei anni uno dei più grandi pittori del secolo scorso: Lump, il bassotto di Pablo Picasso.

Lump nacque a Stoccarda, in Germania, nel 1956 e fu acquistato all'età di tre mesi dal fotografo americano David Douglas Duncan. Il primo incontro con l'artista avvenne a casa di quest'ultimo, il 19 aprile 1957: il fotografo lo portò con sè perchè il bassotto non andava d'accordo con l'altro suo cane, un levriero afgano di nome Kubla.

Durante il pranzo Picasso prese un pennello e i colori che erano sul tavolo e dipinse un ritratto di Lump sul proprio piatto, donandolo a Duncan. Il cane si sentì subito a casa e rimase con il pittore per i sei anni successivi a La Californie, la sua villa sulle colline di Cannes, insieme al boxer Yan e alla capra di nome Esmeralda.

Il fotografo, che avrebbe poi realizzato tutta una serie di ritratti dei due, ha descritto il loro rapporto come di una "storia d'amore". E ha raccontato che Picasso ha avuto molti cani, ma Lump è stato l'unico ad essere stato preso in braccio. Nel 1964 Lump ebbe alcuni problemi alla spina dorsale, ma sopravvisse grazie alle cure di Duncan che lo portò da un veterinario in Germania, e morì dieci giorni prima di Picasso, il 29 marzo 1973.

Infine una curiosità: è possibile 'scovare' Lump in un angolo di uno dei quadri della serie "Las Meninas" (1957) conservato presso il Museo Picasso a Barcellona.

piclump

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Fonte | Wikipedia

  • shares
  • Mail