'Shepard Fairey - A Private Collection' a Roma


Sabato 29 gennaio (h 18:30), Shepard Fairey sarà protagonista di una piccola retrospettiva a Roma, da Mondo Bizzarro. Più di sessanta opere, molte serigrafie e alcuni pezzi unici inediti in Italia, saranno al centro di A Private Collection, in mostra fino al 24 febbraio. Nell'occasione verrà edito anche il primo catalogo in italiano di Obey.

I lavori arrivano da una collezione privata romana e sono disponibili per la  vendita. Da Obama al Subcomandante Marcos, dai giovani migranti che tentano di passare il confine messicano verso l'Arizona, ad Angela Davis, l'attivista afroamericana protagonista di tante battaglie dagli anni settanta ad oggi.

Ma Obey è anche una casa di produzione a tutti gli effetti, un marchio. Magliette, stampe spedite in tutto il mondo (io ne ho comprata una e mi è arrivata in sei giorni dalla California!), la rivista Swindle e la galleria Subliminal Projects.

Dopo aver risolto la disputa legale con la Associated Press per i diritti di sfruttamento dell'immagine di Obama (l'artista collaborerà con l'AP), Shepard Fairey è negli ultimi mesi al centro di alcune controversie. Il “fallimento” della politica di Obama, che lui e molti altri avevano fermamente e caldamente appoggiato o il suo schierarsi apertamente con Jeffrey Deitch nella disputa sulla censura al murale di Blu. Piccole critiche che comunque non inficiano il lavoro di un grande comunicatore e di un bravo artista.

\'Shepard Fairey - A Private Collection\' a Roma
\'Shepard Fairey - A Private Collection\' a Roma
\'Shepard Fairey - A Private Collection\' a Roma
\'Shepard Fairey - A Private Collection\' a Roma
\'Shepard Fairey - A Private Collection\' a Roma

  • shares
  • Mail